11-Mar-2019 - SISTRI, UGGE': "IL GOVERNO RISARCISCA"

Il Governo deve risarcire le imprese di autotrasporto danneggiate dal Sistri, il sistema di controllo della tracciabilitĂ  dei rifiuti pericolosi nato nel 2010 e mai entrato in funzione (ma fatto pagare lo stesso alle aziende) istituendo un fondo da 20 milioni di euro.

A ribadire la richiesta, presentata recentemente al Transpotec di Verona, è stato il presidente F.A.I. Nazionale Paolo Uggé che ai microfoni di Radio 24, intervistato da Massimo de Donato, ha risollecitato il Governo a creare un meccanismo per risarcire in parte le imprese per i costi sostenuti per adeguarsi al sistema rivelatosi un colossale fallimento, annunciando anche una possibile class action.

Parlando della proposta di legge predisposta e del nuovo progetto Sistri destinato a sostituire il precedente, progettato sotto la direzione del ministero per le Infrastrutture e i trasporti di Stefania Prestigiacomo, il Presidente Uggè ha anche ricordato come il vecchio sistema non prevedesse l’obbligo di installazione delle scatole nere sui camion esteri che dunque avrebbero potuto venire in Italia scaricando qualsiasi cosa.

Tema ancora attualissimo: “Siamo in attesa di scoprire come il nuovo Sistri verrà fatto rispettare anche ai vettori esteri”, ha concluso Uggè.

http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/container/puntate?refresh_ce=1

Copyright® F.A.I. Federazione Autotrasportatori Italiani Brescia Soc. Coop. a.r.l. - 25124 Brescia - Tel. +39.030.35568 - Fax. +39.030.348248