04-Giu-2008 - L’AUTOTRASPORTO HA DICHIARATO IL FERMO

Il risultato degli incontri avvenuti a Roma nei giorni scorsi, ai quali per la F.A.I. hanno partecipato i Presidenti Uggè e Petrogalli, hanno evidenziato la determinazione delle Associazioni ad avere risposte immediate da parte del nuovo Governo nelle persone del Sottosegretario Letta, dei Ministri Matteoli, Scajola e Tremonti richiedendo una convocazione urgente. Le richieste di essere convocate entro il 31 maggio sono state disattese pertanto, rispettando il codice di autoregolamentazione che richiede 40 giorni di preavviso, hanno preannunciato il fermo dal 30 giugno al 4 luglio. Alla luce dell’agitazione della categoria le Associazioni sono state convocate per lunedì 9 giugno a Palazzo Chigi per discutere la piattaforma predisposta che prevede tra l’altro: 1)“l'emergenza gasolio”: si chiede la detassazione mirata sui carburanti e una clausola di salvaguardia che tuteli le aziende dalle variazioni del petrolio; 2) l'abbattimento dei costi chilometrici; 3)la spendibilità immediata delle somme destinate all’autotrasporto, tra cui quelle al Comitato Centrale, per gli sconti dei pedaggi autostradali. Si raccomanda di contattare la Segreteria F.A.I. per essere costantemente informati sull’evolversi della situazione. (Segreteria F.A.I. Tel. 030.347005)

DOCUMENTI COLLEGATI

»
Copyright® F.A.I. Federazione Autotrasportatori Italiani Brescia Soc. Coop. a.r.l. - 25124 Brescia - Tel. +39.030.35568 - Fax. +39.030.348248